Nonostante le nuvole di questi ultimi giorni la bella stagione sembra essere arrivata veramente, e dunque è arrivato anche il momento di guardarsi allo specchio, senza timori, e incominciare a pensare a un percorso di preparazione per arrivare al primo bagno senza rimpianti. Questo è il momento giusto per individuare i punti critici e lavorarci!

Purtroppo uno dei punti critici che appartiene proprio alla nostra fisicità mediterranea è la cellulite (8 donne su 10 nel bacino del Mediterraneo hanno la cellulite), ma per affrontarla e viverla in maniera meno problematica dobbiamo capire cos’è e adottare delle piccole strategie quotidiane per combatterla.
La cellulite estetica (da non confondere con la cellulite infettiva, un’infiammazione della pelle che può insorgere in seguito a graffi o ferite) si trova sotto la pelle ed è caratterizzata da ipertrofia, cioè aumento di volume, delle cellule adipose, con accumulo di liquidi in eccesso negli spazi intracellulari. L’equilibrio del sistema venoso e linfatico (la linfa è un liquido che raccoglie i materiali di scarto dell’organismo e scorre nei vasi linfatici) è modificato con un rallentamento del flusso sanguigno e una ritenzione di liquidi da parte dei tessuti.

Ovviamente conosciamo tutti anche le cause principali di questo accumulo di liquidi ma nella maggior parte dei casi siamo troppo pigri per prendere in mano la situazione. Quest’anno però ci pensiamo noi ad accompagnarvi!

Cominciamo dai fondamentali: la prima cosa da fare per iniziare a dar fastidio alla cellulite è idratarsi, magari anche scegliendo un’acqua ricca di magnesio, un micronutriente che aiuta a bruciare i grassi e a eliminare l’acido lattico, responsabile della ritenzione idrica. Ma per mantenersi idrati c’è bisogno anche di introdurre nella propria dieta cibi ricchi di acqua, come la frutta (in particolare quella estiva come angurie e melone aiuta molto), la verdura, il latte, i succhi, lo yogurt, i sorbetti e i gelati. Allora, non perdiamo tempo, andiamo subito a bere un bel bicchierone di acqua, e prepariamocene unaltro per la prossima ora, e per tutta la settimana!

Seguiteci anche nei prossimi giorni per scoprire insieme come prepararsi per la prova costume.